10 consigli pratici per rendere la tua casa ecologica ed ecosostenibile

Quando si parla di abbattere gli sprechi e risparmiare sulla bolletta di luce e gas, i primi pensieri corrono verso i modi per risparmiare energia mettendo mano ai consumi. Si va quindi a ridurre i consumi e a cercare quali sono i migliori contratti per luce e gas. Per risparmiare, però, ci sono anche alcune buone abitudini che hanno a che fare con lo stile di vita e con piccoli accorgimenti che si possono mettere in atto ogni giorno e senza alcuno sforzo.

Anche se scegli la nostra offerta conveniente di gas o luce puoi trarre una grande ispirazione da queste 10 idee per rendere la tua casa ecologica ed ecosostenibile.

 

  1. Scegli il bambù

Per rendere la tua casa ecologica ed ecosostenibile, inizia scegliendo il legno di bambù per i tuoi mobili, utensili e complementi d’arredo: è una scelta ecologica a tutto tondo. Il bambù, per nostra grande fortuna, è una pianta con caratteristiche eccezionali che la rendono perfetta per tantissime lavorazioni, ed è infestante! Il bambù si trova utilizzato nella costruzione di mobili, nell’illuminazione, nella creazione di fibre tessili, nelle attrezzature sportive e in mille altri prodotti che ci circondano. Usare un infestante come il bambù, capace di crescere velocissimo in poco spazio e con cure scarse è un modo intelligente di salvaguardare il pianeta. Scegliendo il bambù si porta ad un risparmio globale, perché non richiede lunghi spostamenti (cresce molto bene anche in Italia) e non rende scarse le scorte di acqua e di suolo. In questo modo non va ad incidere sul costo delle altre materie prime come farebbe un legno di piantagione o una pianta tessile di piantagione.

 

  1. Viva i tappeti!

I tappeti sono un complemento d’arredo molto diffuso e veramente versatile, ma sono utilissimi anche per rendere la tua casa ecologica ed ecosostenibile. Hanno un’origine antica e ne esistono letteralmente di ogni forma, colore, dimensione e materiale. Se ne trovano di moderni, di pregiati, di semplici e di eleganti. Pochi però sanno che, oltre ad essere un elemento apprezzatissimo di design, un tappeto sul pavimento fa risparmiare dal 4% al 6% nella bolletta del riscaldamento. Oltretutto, può essere appeso stagionalmente come arazzo durante i mesi freddi, aumentando ancora il risparmio poiché è un ottimo isolante non solo acustico, ma anche termico.

 

  1. Circondiamoci di amici, coccoliamo gli animali

Come sanno bene gli ingegneri che progettano la ventilazione e il riscaldamento delle sale per conferenze, una persona è una fonte energetica vivente. Lo notiamo anche quando saliamo su un autobus affollato: la gente scalda! E così anche il cane e il gatto! Crea un circolo di “amici caldi”, ad ogni incontro la stanza aumenterà di temperatura di diversi gradi e abbasserai il termostato anche in pieno inverno. Lo stesso accade quando coccoli il cane o il gatto: avere un animale acciambellato vicino scalda molto. Goditi il tuo film preferito con Micio in braccio, e abbasserai la temperatura dei termosifoni già durante la prima scena!

 

  1. Il frigo in ombra

Il tuo frigorifero è nato per raffreddare, e lo fa molto meglio se gli permetti di lavorare nel punto più fresco della stanza. Scegli un angolo in ombra, dove il sole non batta mai, se non in ore fresche. Addirittura, se hai un congelatore a parte, dedicagli un posto d’onore in una fresca e ombrosa cantina: il risparmio è assicurato!

 

  1. Scegli prima cosa mangiare

Restare in contemplazione davanti al frigorifero aperto, indeciso se scegliere hummus o maionese, se prendere il barattolo dei sott’olio o dei sottaceti, è una delle pratiche più energivore di casa! Il frigo è uno degli elettrodomestici che non deve spegnersi mai, come se fosse il cuore fresco della casa. Sovraccaricarlo facendo uscire la sua aria fresca lo porta a riaccendersi in continuazione per tornare alla temperatura giusta. Scegli prima cosa mangiare e apri le porte del frigo solo per il tempo minimo indispensabile.

 

  1. Microonde sì o no? Certo che sì!

L’eterna diatriba sul microonde ha un folto gruppo di sostenitori del “microonde sì” fra gli amanti dell’ambiente e del risparmio energetico. Pensaci: raramente usi il forno elettrico tradizionale “a pieno carico”. Questo significa che, tranne per il cenone di Natale, di solito utilizzi un forno grande per cucinare una cosa piccola, magari solo una torta o un arrosto. In questi casi, usare il microonde ti farà risparmiare in bolletta.

 

  1. Rendi la lavastoviglie più intelligente

Per rendere la tua casa ecologica ed ecosostenibile puoi ottimizzare il consumo di corrente, andando ad agire là dove più serve! La lavastoviglie può avere consumi molto alti: ecco come limitarli.

Innanzitutto, evita il pre-lavaggio dei piatti. Ti sarà sufficiente eliminare i residui di cibo con una salvietta umida, giusto per non intasare il filtro, ma non andare a sprecare acqua (che di solito è calda, quindi ti fa consumare anche gas) per lavare i piatti prima di metterli nel cestello.

A fine ciclo, se vuoi risparmiare ancora di più, evita l’asciugatura ad aria calda. Quando senti che il rumore dei bracci smette, significa che il risciacquo finale è terminato e che ora la lavastoviglie asciugherà velocemente i piatti con soffi di aria caldissima. Spegni la lavastoviglie e apri lo sportello, così i piatti caldi evaporeranno naturalmente senza bisogno di un “phon” dedicato.

 

  1. Aria pura gratis

Un modo molto ecologico per avere aria pura in casa è quello di utilizzare dei filtri naturali come le piante. Alcune piante sono in grado di filtrare l’aria aumentando il benessere di tutti. La Nasa, negli anni ’80, ne ha individuate diverse. Ecco quelle più belle e facili da reperire in Italia:

 

  • Sansevieria, o lingua di suocera: si trova nelle case da secoli
  • Ficus Beniamina: una delle piante più celebri
  • Aloe Vera: ricca di tante altre proprietà
  • Spatifillo: ha anche dei bei fiori bianchi e grandi!
  • Crisantemo: esiste con fiori di tanti colori
  • Potus: una pianta che cresce anche in acqua e necessita di pochissime cure
  • Falangio, o spider plant: altra pianta che cresce sia in acqua che in terra, non ha bisogno di cure, è perfetta per il bagno e si moltiplica facilmente

 

  1. Apri le tende

Far entrare la luce naturale in casa ogni volta che è possibile aiuta ad avere un maggiore benessere ed è un invito naturale a spegnere le luci e a godersi un’illuminazione di qualità, oltre che una riduzione in bolletta.

 

  1. Usa la noce saponaria

La noce saponaria è un detergente naturale e ipoallergenico, fa sapone in acqua tiepida o calda e permette il risciacquo in acqua fredda. Una volta esausta, la noce saponaria si può gettare nella stufa o nella compostiera. Perfetta per essere usata a basse temperature e per evitare lavaggi con risciacquo anti allergico. Dirai anche addio all’ingombro e allo spreco dei flaconi di detergenti chimici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *