Tariffe energia elettrica: come confrontare i prezzi e le offerte?

Si parla molto di tariffe energia elettrica, tariffe gas e luce, tariffa monoraria o bioraria: come orientarsi?

Con l’avvento del libero mercato è molto facile imbattersi in offerte che spuntano sul nostro schermo del computer o dello smartphone. Succede spesso che siamo noi stessi a cercare di risparmiare in bolletta avventurandoci nei siti di offerte gas e luce.
Ecco tutto quello che devi sapere sulle tariffe energia elettrica.

Tariffe energia elettrica: cosa sono
Le tariffe energia elettrica sono i prezzi a cui la corrente elettrica ci viene venduta dai produttori o dai distributori. In pratica è il costo della corrente, che da ora in poi chiameremo “materia energia”, perché è la dicitura ufficiale che troviamo anche nei contratti.

Quanto costa la materia energia?
La materia energia ha un prezzo che varia durante l’anno a seconda di diversi fattori. A seconda del modo di produrre energia elettrica, il prezzo può salire o scendere. Le tariffe energia elettrica variano in proporzione ai costi di produzione della materia energia.

Come si produce la materia energia?
La materia energia viene prodotta con diversi metodi. Ecco i principali metodi utilizzati in Italia:

  • Energia da combustibili fossili: si utilizzano dei combustibili fossili (gas, petrolio e carbone) per far bollire l’acqua e generare vapore ad alta pressione, che aziona le turbine con cui viene prodotta corrente. Quasi il 90% di questi combustibili è importato dall’estero (Libia, Russia, Algeria, Sudafrica etc) e il prezzo dell’energia prodotta in questo modo varia al variare delle scorte di combustibili e degli accordi con le nazioni, ma anche come conseguenza di conflitti e incidenti (rottura degli oleodotti, guerre in corso).
  • Energia da fonti rinnovabili: l’Italia è un vero campione a livello mondiale per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. Siamo molto bravi a produrre energia a partire dal sole, dal vento, dall’acqua e dal geotermico. Il costo degli impianti ad energia rinnovabili è sempre più basso e si stima che nel 2020, cioè fra meno di due anni, in Italia diventerà più conveniente costruire un nuovo impianto solare o eolico rispetto a tenere in funzione un vecchio impianto termoelettrico, alimentato cioè a combustibili fossili.
  • Il metodo di pagamento: sulla bolletta può incidere anche il metodo di pagamento scelto. Spesso i distributori applicano una maggiorazione al costo finale in bolletta per chi paga col bollettino postale, lasciando invece invariato il costo per chi usa il RID.
  • Le perdite di rete: a causa della possibilità di perdite di energia lungo la rete di distribuzione, il costo in bolletta viene aumentato di una percentuale di circa il 10%.
  • Costi di dispacciamento: quota che si paga in aggiunta alla spesa per la materia energia per garantire equilibrio fra energia immessa nel sistema alla fonte ed energia consumata da tutti i clienti finali.
  • Perequazione: spesa per controllare che il totale di energia per cui i clienti pagano sia effettivamente il totale di energia emessa dal distributore.
  • Spesa per il trasporto e la gestione del contatore: è una voce controllata direttamente da ARERA, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente. Si compone di 3 voci e non varia da fornitore a fornitore:
    • quota fissa per ogni cliente;
    • quota potenza in proporzione alla potenza disponibile;
    • quota energia in proporzione all’energia consumata.
  • Spesa per oneri di sistema: è un’altra voce determinata sempre da ARERA. Si compone di 2 voci e non varia fra i fornitori:
    • quota fissa che si applica solo ai clienti non residenti;
    • quota energia in proporzione all’energia consumata.
  • Imposte: sono le tasse statali che si applicano al totale della bolletta e quindi più alte sono le tariffe energia elettrica, più alte sono le imposte.


Come avere subito le migliori tariffe energia elettrica?

Semplice! Sfruttando le offerte luce e gas come quelle di Energia Italia è possibile iniziare a risparmiare già da subito, senza aspettare il 2020! Grazie alle tecnologie d’avanguardia e alle detrazioni fiscali che vengono dallo Stato, il tuo impianto per la produzione di energia elettrica a km zero ti sta già aspettando e puoi subito iniziare a produrre energia a costo zero a casa tua. Vuoi saperne di più? Chiama il nostro numero verde 800 846225 o contattaci al telefono, via email o con la pratica chat live nel nostro sito.

Se vuoi confrontare le migliori offerte di energia elettrica e gas con semplicità e immediatezza, così come vuole la legge, consulta il PORTALE OFFERTE disposto da ARERA (Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente): scoprirai che Energia Italia è la più conveniente tra tutte le offerte del mercato italiano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *